Stampa questa pagina I Domenica di Quaresima
 
Pubblicata in data 17.2.2013

Comunità in Cammino …

foglio di informazione settimanale Parrocchia Santa Lucia V. e M.

Cava de’ Tirreni (SA) - Diocesi di Amalfi - Cava de’ Tirreni

 

Anno Pastorale 2012 - 2013

 

Domenica 17 febbraio 2013

I Domenica di Quaresima -

 

«Cambiamento - Guardiamo con amore»

 

 


 

 

Tema della settimana:“Effatà. Apriti!”
Segno: Porta - Sei alla mia porta e bussi. Ascolto: Sei vicino. Mi apro alla vita. Apro gli occhi, apro il cuore, entri e cammini con me…”
 

 

Carissimi,

abbiamo ancora nel cuore la gioia del Natale e ci viene proposto un altro passo nel nostro cammino di cristiani.

I 40 giorni di questo tempo speciale ci aspettano per verificare se la nostra gioia è autentica e se la nostra vita è vissuta nella libertà che ci ha regalato Gesù.

Sì, 40 giorni da percorrere: questo numero è familiare al cristiano, è un numero che ritorna spesso nella Bibbia e ci fa’ venire in mente avvenimenti particolari che hanno segnato tutta la storia della salvezza. Proviamo a ricordarne alcuni .

1) 40 ci fa ricordare il grande esodo del popolo di Israele che schiavo in Egitto, dopo 400 anni ottiene la libertà e per 40 anni cammina, in mezzo a mille difficoltà, nel deserto, guidato da un uomo, prescelto da Dio per liberare il suo popolo: Mosè.

2) Il numero 40 ricorda anche un momento particolare della vita di Gesù: anche la sua vita fu un Esodo, perché uscì dal Padre per venire tra noi e, prima di iniziare la sua vita pubblica si ritira per 40 giorni nel deserto tentato dal diavolo.

Anche la nostra vita può essere considerata un esodo, cioè un passaggio dalle tante schiavitù che il mondo propone alla libertà che ci offre Gesù se viviamo da figli di Dio. Il nostro Battesimo è la porta aperta verso questa vita nuova, ma sta a noi superare peripezie, difficoltà, tentazioni, mormorazioni, proprio come ha fatto il popolo di Israele nel deserto, per giungere alla terra promessa da Dio al suo popolo e per mezzo di Gesù a tutti noi.

Vogliamo ripercorrere in questi 40 giorni il cammino dell’Esodo, il nostro esodo, aiutati da un fratello maggiore che lo ha vissuto in prima persona, Mosè, e che attraverso alcuni particolari del suo racconto ci aiuterà a dare giusto senso al cammino della nostra vita

Noi abbiamo creduto all’amore di Dio, è questo il titolo dell’ itinerario quaresimale che vogliamo percorrere ed è questo che insieme vogliamo testimoniare passo dopo passo aiutati da un personaggio biblico che ha dato un’impronta importante a tutta la storia della salvezza: Mosè.

Guidati da lui percorriamo anche noi il deserto della vita, compiamo il nostro esodo per giungere alla terra promessa .

Prima domenica di Quaresima: Effatà. Apriti!

Le letture della prima domenica di Quaresima mettono in evidenza il cammino di Israele nel deserto. Il popolo di Israele è invitato da Mosè a professare la sua fede in Dio Salvatore. Il deserto che a noi può parlare di solitudine, aridità e precarietà, è, invece, il luogo dove Dio parla e si rivela. Dobbiamo essere attenti alla sua presenza e non illuderci che possiamo vivere come se Lui non ci fosse. Il deserto della nostra Quaresima vuole farci riappropriare della nostra dignità di figli che parlano con Lui, Lo ascoltano e la pensano come Lui.

Dobbiamo rimettere al centro della nostra vita la sua presenza che ci accompagna e converte nel nostro cammino. Come Mosè invita gli Israeliti a professare la loro fede, anche noi torniamo alla radice della nostra fede che è il Battesimo: rinnoviamo le promesse che un giorno hanno fatto per noi i nostri genitori, facendone ora il programma della nostra vita. Il nostro Battesimo vissuto ogni giorno come annuncio agli altri della nostra fede. Ma come annunciarlo?

Nel vivere a un certo modo la nostra quotidianità, fatta di attenzione, amore e dedizione per tutti, e di testimonianza di gioia che ci viene dalla fede, dalla presenza di Gesù e dalla sua Parola. Come il popolo di Israele ha offerto per fede le primizie dei raccolti, anche noi offriamo la nostra vita, le nostre fatiche e speranze, segni della nostra fede che diventa vita.

Mosè, attraverso la sua esperienza, ci aiuterà a riscoprire i segni del nostro essere cristiani. Lui è vissuto tante generazioni dopo di Abramo, è nato in Egitto dove il popolo di Israele, che aveva lasciato il paese a seguito di una grave carestia, viveva già da 400 anni. E’ cresciuto alla corte del faraone. Sua figlia, dopo averlo trovato in un canestro sulle rive del Nilo, lo prese con se’, lo adottò e lo educò come un vero principe. Mosè allora non sapeva ancora di essere ebreo (leggi la storia completa nel libro dell’Esodo) e quando scoprì le sue origini e si rese conto che il suo popolo era ridotto in schiavitù, si ribellò ed arrivò ad uccidere un soldato che maltrattava un suo fratello.

Per questo delitto fu costretto a fuggire lontano, ai margini del deserto a servizio di un pastore. Prese in moglie una delle sue figlie e visse tranquillo. Ma il Signore aveva piani ben diversi su di lui. Un giorno gli si rivelò in modo straordinario e gli fece capire che doveva tornare in Egitto a liberare il popolo che stava soffrendo… Egli non voleva accettare, non si sentiva all’altezza di un compito così gravoso, ma…. come contraddire Dio? Allora tornò in Egitto e aiutato dal fratello Aronne cercò di convincere il faraone a ridare la libertà al suo popolo. Ma il cuore del faraone era duro come la pietra e ci vollero molte prove per riuscire ad ammorbidirlo (10 piaghe hanno percosso l’Egitto per dimostrare la forza e la potenza del Dio degli Ebrei. vedi Esodo 3).

Solo dopo la decima piaga il cuore del faraone cedette e acconsentì che il popolo partisse. Era il primo passo. Una porta si era aperta: gli Ebrei lasciavano alle spalle anni di duro lavoro, di schiavitù, Dio era accanto a loro nel cammino che li avrebbe portati verso la terra promessa.

Anche per noi, il giorno del nostro Battesimo, si è aperta la porta verso una vita nuova. Con il Battesimo abbiamo iniziato il nostro viaggio verso la vita vera.

 


Per riflettere

Scopriamo i segni del nostro Battesimo: La FONTE

Quando eravamo molto piccoli abbiamo ricevuto il Battesimo; il fonte battesimale è la terra da dove è iniziato il nostro cammino di cristiani. Molti di noi conoscono il luogo dove sono stati battezzati, ma i nostri genitori, i nostri nonni forse, in passato, hanno fatto un viaggio… e la chiesa che li ha accolti potrebbe essere molto lontana.
Iniziamo così il cammino verso la Pasqua: proveniamo da terre diverse, ma possiamo essere compagni di viaggio, aprirci agli altri e al mondo, camminare insieme “verso la terra dove scorre latte e miele”.
Il nostro fratello Mosè ci condurrà dall’aridità del deserto verso una terra dove scorre latte e miele e dove potremo riscoprire la gioia di essere figli di Dio.
Lasciamoci guidare da lui e intraprendiamo con coraggio questo avventuroso cammino, con un’unica certezza: la terra promessa è vicina, ce l’ha regalata Gesù.
Buon Esodo a me e a tutti voi.

 

Iniziative proposte per questo viaggio Quaresimale:

Per la Catechesi viene proposto:

  • Lectio divina con approfondimento e preghiera sulla liturgia della Parola domenicale, ogni giovedì alle ore 18.00;

  • Esercizi spirituali, un’ occasione propizia per nutrirci della Parola di Dio: Mercoledì 6 e Giovedì 7 marzo 2013 ore 19.00 - 21.00;

  • Ogni settimana, in fondo alla Chiesa, troverete delle schede di riflessione utilizzabili in famiglia per approfondire e meditare su temi legati alla riscoperta della Fede. Le schede potranno essere usate durante un momento in cui tutta la famiglia è riunita;

  • Durante i Sabati di Quaresima verrà attivato un percorso di approfondimento della fede cristiana alle ore 18.00 presso il Centro Pastorale;

Per la Liturgia viene proposto:

  • Una partecipazione più attiva alla celebrazione Eucaristica domenicale e feriale;

  • Momenti di preghiera più intensi;

  • Durante le domeniche di Quaresima viene proposto la celebrazione comunitaria delle lodi mattutine, del vespro e della compieta per sottolineare il ritmo del tempo scandito dalla preghiera

  • Tempo per la confessione il giovedì dalle ore 17.00 alle 19.00

  • Celebrazioni della via crucis, ogni venerdì, in chiesa alle ore 17.00 e nelle zone secondo l’orario stabilito dalle Responsabili;

  • Adorazione Eucaristica ogni giovedì mattina e pomeriggio e sera alle 21.00;

Per la Carità viene proposto:

  • Ogni domenica verrà proposto un gesto di carità in favore dei più poveri. Per questa prima settimana viene chiesto a tutti di portare una bottiglia d’olio;

  • Il corrispettivo di quanto non ho mangiato durante i venerdì di quaresima, potrà essere deposto in un salvadanaio collocato davanti all’altare per i bisogni della Caritas Parrocchiale;

  • Verranno raccolti durante le domeniche di quaresima, dalla Caritas Parrocchiale, vestiario e prodotti per l’infanzia, destinati al centro aiuto alla vita del progetto famiglie di Angri;

  • Ognuno, può personalmente assumersi un impegno di carità, far vista ad un ammalato, aiutare un anziano, ecc.. oppure semplicemente compiere una buona azione ogni giorno.

 


AVVISI PARROCHIALI

Lunedì 18 febbraio 2013

  • Incontro Ministri straordinari dell’Eucarestia ore 16.00

  • Recita del Santo Rosario ore 18.30, celebrazione Eucaristica ore 19.00.

  • Itinerario di Formazione alla Fede con il CCC per tutti gli Operatori Pastorali – “Io credo in Dio” ore 19.00 Centro Pastorale

  • Incontro con tutti coloro che vogliono partecipare alla realizzazione della Via Crucis, ore 20.00 Centro Pastorale

Martedì 19 febbraio 2013

  • Corso di preparazione pasta fatta in casa, ore 15.30, centro pastorale.

  • Incontro di catechismo per i ragazzi della Cresima dalle ore 16.00 in poi

  • Caritas Parrocchiale: Corso di taglio e cucito ore 17.30

  • Incontro del Gruppo Lettori ore 18.45 Centro Pastorale

  • Recita del Santo Rosario ore 18.30, Celebrazione Eucaristica ore 19.00

  • Incontro con i genitori dei ragazzi di terza e quarta elementare ore 20.00

Mercoledì 20 febbraio 2013

  • Incontro Caritas Parrocchiale ore 17.00 Centro Pastorale

  • Recita del Santo Rosario ore 18.30, Celebrazione Eucaristica ore 19.00.

  • Incontro gruppo liturgico ore 20.00 ufficio parrocchiale

Giovedì 21 febbraio 2013

  • Celebrazione Eucaristica ore 8.30

  • Adorazione silenziosa dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 19.00

  • Tempo per le confessioni dalle ore 17.00 alle ore 19.00

  • Adorazione comunitaria e celebrazione del Vespro ore 19.00, animata dalle Responsabili di zona con la presenza della zona di Via Zarella

  • Prove di canto coro dei Ragazzi ore 20.00

  • Adorazione Eucaristica silenziosa ore 21.00 - 22.00

Venerdì 22 febbraio 2013

  • Incontro di catechesi per i ragazzi di 1 - 2 - 5 - elementare e 1media, ore 16.00 - 17.00

  • Pulizia Chiesa gruppo: Catechiste

  • Via Crucis in Chiesa ore 17.00 e nelle singole zone secondo orario stabilito dalle Responsabili di Zona

  • Incontro Ministranti ore 17.30 Centro Pastorale.

  • Recita del Santo Rosario ore 18.30, celebrazione Eucaristica ore 19.00

  • Incontro animatori Oratorio Parrocchiale ore 20.00

Sabato 23 febbraio 2013

  • Incontro Centro Anziani “Anni Verdi” ore 16.00.

  • Cammino di approfondimento della fede, ore 17.00 centro pastorale.

  • Recita del Santo Rosario ore 18.30, celebrazione Eucaristica ore 19.00

Domenica 24 febbraio 2013 - II Domenica di Quaresima

  • Recita delle Lodi mattutine ore 9.30

  • Celebrazioni Eucaristiche 10.00, 11.15, 19.00

  • Celebrazione del Vespro ore 18.30

  • Cammino in preparazione al matrimonio ore 20.00 centro pastorale.

  • Celebrazione della Compieta ore 20.30

 

Questa notizia è stata letta 519 volte

Torna indietro