Stampa questa pagina I Domenica di Quaresima
 
Pubblicata in data 2.3.2010

Arcidiocesi Amalfi - Cava de' Tirreni

Parrocchia Santa Lucia V. e M.

P.za Felice Baldi, 18 Santa Lucia di Cava de’ Tirreni 84010 (Sa) Tel. Fax. 089/461416

E- mail SANTALUCIA@Tele2.it  sito Internet WWW.SANTALUCIADICAVA.IT

Gruppo Liturgico

 

I DOMENICA DI QUARESIMA - ANNO C

21 - 28 febbraio 2010

 

«Nel deserto per 40 giorni»

 

Breve lettera del Parroco

 

Eccoci in Quaresima, la parola deriva dal latino quadragesima: quaranta. Infatti dura 40 giorni, così come i 40 giorni trascorsi da Gesù nel deserto, come i 40 giorni di Mosè sulla montagna e i 40 anni trascorsi dal popolo di Dio nel deserto prima di entrare nella Terra promessa. Sono 40 giorni dal Mercoledì delle Ceneri al Sabato santo, poiché le domeniche non si contano. Ogni domenica infatti è memoria della risurrezione di Gesù. È tempo di conversione, di penitenza e di preghiera sull’esempio dei quaranta giorni trascorsi da Gesù nel deserto

Durante la Quaresima, il colore liturgico è il viola. Nella Messa non si recitano il Gloria e l’Alleluia. Quest’itinerario ci preparerà a vivere nuovamente il triduo pasquale, questi sono i giorni più importanti dell'anno liturgico perché ricordano il Mistero pasquale. Giovedì Santo: istituzione dell'Eucaristia; Venerdì Santo: passione e morte di Gesù; Sabato Santo: Gesù nel sepolcro; Domenica di Pasqua: risurrezione di Gesù. La Pasqua è stata fissata nella domenica seguente il plenilunio di primavera, per cui può oscillare dal 22 Marzo al 25 Aprile.

E’ questo un tempo favorevole per la nostra conversione. La liturgia della Parola di Mercoledì scorso (mercoledì delle ceneri)ci ha ricordato che nuovamente il Signore ci offre la possibilità di fare un tratto di strada insieme per “CONVERTIRCI” cioè cambiare rotta. “Nuovamente” è stata la parola sulla quale ci siamo soffermati, il Signore “nuovamente” si rivolge a noi offrendoci un tempo di grazia. Siamo pronti a ripartire, accogliendo l’invito di Gesù?

Ogni partenza dovrebbe mettere nel cuore gioia, entusiasmo e anche un pizzico di curiosità per la meta verso la quale si và e la strada che si percorrerà e perché no anche per gli amici con i quali si farà il viaggio. Tutti questi sono i sentimenti che devono accompagnarci all’inizio di questo tempo favorevole.

Il simbolo che ci accompagnerà per questo tratto di strada sarà lo zaino, nel quale cercheremo, domenica dopo domenica, di mettere le cose utili e necessarie per fare un buon viaggio. Lo slogan è: “E adesso … noi insieme a Lui”. Una frase che pare voglia continuare un discorso già iniziato, ed è proprio così. Nel Natale appena passato abbiamo contemplato le meraviglie di un Dio che si è fatto Bambino e ha assunto la nostra umanità per camminare insieme a noi nelle strade del mondo; ed ora ci ritroviamo in Quaresima a voler percorrere queste strade “Insieme con Lui”, seguendo le sue orme, con la certezza che ci condurranno verso un luogo sicuro, un’oasi di pace e di luce dove tutto è gioia. Mi auguro che tutte le iniziative e le proposte di questo periodo possano facilitare questa nuova e meravigliosa avventura incontro a Gesù Risorto.

Sull’altare maggiore è stato collocato un grande disegno che cercherà, domenica dopo domenica, di farci percorrere al meglio le tappe dell’itinerario quaresimale. Seguiamone le tappe attraverso questo racconto: “Il sogno di Luca”.

“Si avvicina la Quaresima e Luca, che è un ragazzo molto diligente e preciso, pensa già al percorso che il Don proporrà per questo periodo. Ci pensa continuamente giorno e notte, e….. una notte fa un sogno. Sogna di trovarsi ai margini di un deserto abbastanza arido… qua e là qualche palma e niente altro, no…..c’è dell’altro!... vede due grossi cartelli ai margini di un sentiero… si avvicina e legge , ….. C’è scritto un brano del Vangelo (Mt 6,1.6.16.18) , ma sì ...ora ricorda!!! è quello che il sacerdote proclama il Mercoledì delle Ceneri, “che sia un segno?” pensa, nel cartello accanto legge : “Segui le mie orme” e c’è anche la firma: Gesù. E’ proprio un segno! Allora decide di seguire le orme che vede lungo il sentiero. Cammina, cammina... ad una svolta ha un sussulto: davanti a lui c’è una bellissima strada segnata da tante orme e ai lati vi sono altri cartelli con delle illustrazioni e delle frasi. Al termine della strada un’oasi inondata da una grande luce, e nella luce, una grande croce.

Seguendo le orme vede che altre persone lo precedono: hanno avuto la sua stessa idea, ma…. sono i suoi amici anche loro in cammino! Si ferma ad osservare i cartelli: nel primo (prima domenica)vede un gruppo di ragazzi che preparano gli zaini per iniziare il viaggio nel deserto, infatti nel cartello c’è scritto : “Insieme... nel deserto”. E’ l’invito che fa Gesù all’inizio della Quaresima, con Lui nel deserto per vincere le tentazioni.

Più avanti nel secondo cartello, (seconda domenica) un gruppo di ragazzi intorno ad una candela: e nel cartello è scritto: “Insieme nella luce” E’ la luce della preghiera che trasforma la nostra vita e ci fa assomigliare di più a Gesù.

Nel terzo cartello (terza domenica) vi sono due ragazzi che camminano in cordata per salire in cima alla roccia: e Luca legge:“Insieme sulla roccia” La nostra roccia è Gesù, e aggrappati a Lui, nulla potrà farci paura.

Ancora più avanti nel quarto cartello, (quarta domenica) il disegno raffigura un gruppo di persone in attesa di un ragazzo che si era allontanato e dell’ amico che è andato a cercarlo per proseguire insieme la strada. Infatti nella scritta c’è: “Insieme ci aspettiamo tutti. Bisogna saper attendere anche chi si ferma per strada, chi cede alla stanchezza, chi si arrende di fronte alle prove. Gesù dice infatti, che il Padre non vuole che nessuno si perda.

Ecco un quinto cartello, (quinta domenica) con disegnati dei ragazzi che lasciano cadere delle pietre: “Insieme senza pietre” è la scritta. Le pietre che dobbiamo lasciar cadere sono quelle del pregiudizio, della critica, della mancanza di rispetto verso gli altri. Gesù vuol farci capire che dobbiamo imparare a non giudicare, a rispettare tutti, come ha fatto Lui, anche coloro che sbagliano.

Ecco l’ultimo cartello: (Giovedì Santo) una tavola con un pane e un gruppo di amici, ai piedi della tavola un catino con dell’acqua. Questa scena ricorda a Luca qualcosa di particolare: la cena di Gesù con gli Apostoli e il gesto fatto da Lui: ha lavato i piedi…. si è fatto servo e povero. “Insieme poveri con Lui”, è la frase che accompagna l’ illustrazione.

Sì, Gesù si è fatto povero, si è fatto servo, per insegnarci l’umiltà.

Ecco l’oasi, quanta luce…. tanto forte da abbagliare, e la croce ? Una croce luminosa che riempie il cuore di gioia. Le orme finiscono, la strada termina, la meta è raggiunta, altri amici attendono per vivere tutti “Insieme nella gioia”, la gioia della Pasqua che da ora in poi illuminerà tutta la nostra vita”.
Unisciti anche tu, prepara in fretta il tuo zaino, segui le orme di Gesù insieme ai tuoi fratelli . Stai sicuro: sarà un cammino verso la gioia.


Riflessione sulla Parola di Dio - Le tentazioni del pellegrino pigro

Il brano di Vangelo di questa 1ª Domenica di Quaresima ci parla delle tentazioni di Gesù. Questo avviene all’inizio della sua missione, quasi a dirci che, chi vuole impegnarsi davvero, deve prepararsi alle tentazioni: le tentazioni fanno parte del cammino di santità, non si possono evitare ma lo Spirito rimane accanto a Gesù e oggi anche a noi.

Gesù si ritira nel deserto a pregare e lì viene tentato. Anche noi vogliamo essere insieme a Gesù nel deserto per ascoltare la sua voce. Gesù rifiuta la tentazione del pane che riduce l’uomo a vivere intorno alle “cose”: denaro, lavoro, vacanze, vestiti. Gesù rifiuta le tentazioni del potere e del successo, dalle quali troppe volte noi siamo attratti. Allora la nostra vita si basa solo nell’avere al centro noi stessi non Gesù e così la nostra vita diventa un susseguirsi di ricerca della gloria, di facili consensi e di cose che lasciano poi il vuoto.

Gesù nel deserto sceglie in che modo essere il Messia, rifiuta le tentazioni per giocare in pieno la sua libertà . Anche noi vogliamo farci aiutare da Gesù a scegliere, ad essere liberi. Lui ci indica la strada, la preghiera e la Parola. Gesù, ad ogni tentazione, risponde con un passo della Parola di Dio: il segreto è proprio lì, la Parola. Per poter scegliere abbiamo un strada: confrontarci sempre con la sua Parola. Un altro aiuto ci può venire dai Sacramenti dove incontriamo Gesù e possiamo lasciarci trasformare da Lui se siamo disposti ad accoglierLo. Siamo pronti a fare le nostre scelte insieme a Gesù? Nel nostro deserto quali sono i mezzi che ci aiutano a camminare con Gesù?

Eccoci, allora, cari amici ad iniziare il nostro viaggio nel deserto con un compagno speciale: Gesù. Ma attenzione molte sono le tentazioni che possono insidiare il nostro percorso. Ne elenchiamo alcune.

- La tentazione del “Così fan tutti”: di camminare cioè dietro alle mode del momento
- La tentazione del “Lo farò domani”: di non fare il tratto di strada possibile oggi
- La tentazione del “Che barba, che noia!”: è il vedere tutto il viaggio come una perdita di tempo… un modo per restare perennemente fermi
- La tentazione del “Tutto e subito”: di volere, in altre parole, raggiungere la meta non appena la base di partenza è dietro le spalle
- La tentazione de ”Gli altri non lo fanno”: prendendo ad esempio i tanti che sono rimasti comodamente a casa
- La tentazione del “Boh!”: dell’indecisione perenne, del non saper dove andare … perché prendendo una strada, bisogna lasciarne altre
- La tentazione del “Perché proprio io?”: di cambiare strada appena ci si accorge che c’è bisogno di aiuto
- La tentazione del “Mi sento, non mi sento...”: di andare secondo l’umore del momento
- La tentazione del “Chi me lo fa fare?”: di abbandonare il sentiero e prendere scorciatoie appena la fatica si fa sentire
- La tentazione del “Pensaci tu!”: di chiedere a Dio di fare tutto Lui al nostro posto

Anche Gesù nel deserto ha subito delle tentazioni: come si è comportato? Per scoprirlo, leggi attentamente il brano del Vangelo Luca 4,1-13. E tu… a chi vuoi assomigliare? In questa prima domenica di Quaresima voglio fermarmi insieme a Gesù nel deserto per imparare a pregare con Lui. Tante volte anche io rimango affascinato da facili soluzioni ai miei problemi, piccoli o grandi che siano, ma fermandomi a meditare con Gesù, scopro quanta forza mi dia la Fede ogni giorno del mio cammino. E’ tempo di preparare lo zaino, tenendo conto di quello che mi aspetta. Nel deserto capisco qual è la cosa più importante, di cui non posso fare a meno… di cosa non posso fare a meno? Lo zaino dovrà essere leggero: a cosa posso rinunciare?

 


AVVISI

Lunedì 22 febbraio 2010

  • Incontro dei ministri straordinari dell’Eucarestia ore 16.00

  • Incontro dei Responsabili di Zona ore 17.00 Centro Pastorale

  • Celebrazione Eucaristica ore 18.00

  • “I lunedì della Parola” Incontro sulla Parola di Dio a cura del Gruppo Lettori ore 19.00 in chiesa

  • Incontro genitori scuola materna parrocchiale ore 19.00 centro pastorale

  • Apertura Meetig Pooint Oratorio Parrocchiale ore 18.00 – 20.00.

Martedì 23 febbraio 2010

  • Attività sportive alla Citola per i ragazzi della scuola elementare ore 15.30 – 16.30

  • Incontro di catechismo per i ragazzi della Cresima ore 16.30 – 18.00

  • Celebrazione Eucaristica ore 18.00

  • Incontro dei Consigli pastorali di tutta la Forania di Cava Est ore 19.00, centro pastorale

  • Incontro tra i giovani e “gli atleti di Cristo”, ore 19.00 Centro Pastorale

Mercoledì 24 febbraio 2010

  • Incontro ore 16.00 della Caritas Parrocchiale

  • Celebrazione Eucaristica ore 18.00

  • Laboratorio teatrale (gratuito) presso la sala teatro “Reginella” ore 18.00 per i ragazzi della scuola media ed elementare.

  • Incontro catechiste ore 19.00 Centro Pastorale.

  • Incontro Comitato Festa ore 20.00

Giovedì 25 febbraio 2010

  • Celebrazione Eucaristica ore 8.30. - Adorazione settimanale 9.00 – 12.00; 17.00 – 19.00.

  • Tempo per le confessioni ore 17.00 -19.00, sarà presente in chiesa P. Mosè.

  • Adorazione comunitaria e celebrazione del Vespro ore 19.00.

  • Incontro con i giovani che hanno ricevuto il Sacramento della Cresima lo scorso dicembre ore 19.00 Centro Pastorale

Venerdì 26 febbraio 2010 - Astinenza e digiuno

  • Incontro di catechesi per i ragazzi di prima, seconda elementare ore 16.00 - 17.00.

  • Inizio Via Crucis nelle varie zone pastorali

  • Via Crucis in Chiesa ore 17.00

  • Celebrazione Eucaristica ore 18.00

  • Apertura Meetig Pooint Oratorio Parrocchiale ore 18.00 – 20.00.

  • Pulizia chiesa gruppo:

  • Gruppo liturgico ore 19.00 ufficio parrocchiale.

Sabato 27 febbraio 2010

  • Incontro anziani Centro “Anni Verdi” ore 16.00.

  • Inizio del cammino di fede per i Giovani in preparazione del Sacramento della Cresima, ore 17.00 centro pastorale.

  • Incontro per i Ministranti ore 17.00

  • Celebrazione Eucaristica ore 18.00.

  • Commedia: “L’altra storia di Pinocchio” presso la sala Teatro “Reginella a cura della Cooperativa teatrale “Senza rete” con la partecipazione degli amici del Centro di salute mentale di Pregiato, ore 19.30. Ingresso libero

Domenica 28 febbraio 2010 - II Domenica di Quaresima "Insieme… nella luce"

  • Celebrazioni Eucaristiche 9.30, 11.00, 19.00

  • Cammino in preparazione al matrimonio; ore 19.00 celebrazione Eucaristica a seguire incontro presso il Centro Pastorale


 

Questa notizia è stata letta 5523 volte

Torna indietro